30% di mancanza di farmaci e strumenti di primo soccorso

In un contesto di guerra e di interventi militari , feriti, morti , mutilati, è urgente un’adeguata struttura ospedaliera che soccorra le vittime più mirate di qualsiasi conflitto: i civili.

Ma in Palestina , principalmente nella striscia di Gaza tutto ciò non è possibile.

Durante gli attacchi sanguinosi da parte delle forze di occupazione israeliane , la mancanza di medicinali e materiali di primo soccorso, volutamente creata da Israele che blocca i rifornimenti dei medicinali ai Palestinesi o ne alza il prezzo, mina la salute dei palestinesi, una salute non più tutelata da nessuno e che vede l’avanzare della morte che dilania la popolazione Palestinese.

Mensilmente, più di 1.000 pazienti necessitano di permessi per trattamenti medici al di fuori della Striscia di Gaza, in particolare a Gerusalemme Est, la Cisgiordania, Israele e Giordania, ma molti di questi sono spesso negati.

Il 50% delle richieste di trasferimento dei pazienti è respinto da Israele.

 

altre News

L’85% delle famiglie palestinesi nella Striscia di Gaza dipende dagli aiuti forniti dalle ONG internazionali

ll 72 % delle famiglie palestinesi nella sola striscia di Gaza soffre di insicurezza alimentare

2017-05-11

Il 95% delle acque sotterranee nella Striscia di Gaza è imbevibile

L’acqua è un bene essenziale, eppure c’è una grave carenza di acqua potabile

2017-05-11